Diecisei.com

  /  Hacks   /  5 canali YouTube da vedere

5 canali YouTube da vedere

Oltre a un sacco di musica, negli ultimi anni mi sono appassionato a moltissime altre cose e, visto il lockdown, visto il fatto di dover rimanere molto tempo davanti al computer per produrre e fatturare, ho esplorato il fantastico mondo dei social, specialmente YouTube, alla ricerca di canali inerenti ai miei interessi che meritassero di essere inseriti nella lista di quelli seguiti.

Sono sempre stato affamato di informazioni e nuovi contenuti: oggi, in questa piccola rubrica, vi racconterò 5 canali YouTube da non perdere e, perché no, da inserire anche nella vostre liste di canali da seguire.

Nelle prossime righe vi racconterò come li ho scoperti e quali sono le cose che più mi hanno colpito di ognuno di loro.

Partiamo subito!

Link4Universe (L’universo come non ve l’hanno mai spiegato)

Durante il lockdown di marzo, come molte altre persone, il mio orologio biologico è stato fortemente messo sotto torchio. Non perché dovessi andare a dormire molto prima rispetto al solito (anzi, diciamo che ho dormito molto meno e lavorato molto di più) ma più che altro è stato “pompato” in orari che solitamente non erano quelli nei quali attivavo i miei neuroni con molta voglia.

Chi è musicista sa quanto la mattina sia un momento della giornata nel quale è difficile fare qualunque cosa: suonare, cantare e concentrarsi. Per questo motivo, nelle prime ore di un “marzo da lockdown” ho acceso il computer, se non sbaglio intorno alle 7:30 e mi sono messo ad esplorare la rete in cerca di qualcosa che, senza affaticarmi, mi istruisse.

Premetto che le mie ricerche sul tubo, sono davvero di ogni genere: poter guardare oltre ad ascoltare, per me è una delle cose più istruttive del mondo.

Dicevo: una mattina, accendo il computer, inizio a leggere le varie notizie sui quotidiani online e, nella sezione “Scienze” noto un articolo che mi interessa. Come ogni volta entro nel link e il simpatico pop-up mi indica che per poter leggere quell’articolo avrei dovuto fare un abbonamento al quotidiano.

Non demordo e cerco notizie su Google, che prontamente mi propone il quotidiano che ho appena scartato causa abbonamento e, subito dopo una selezione di qualche video direttamente da YouTube. Il primo che mi propina è quello di un canale, fino a quel momento sconosciuto, dal nome “Link4Universe“. Ci clicco sopra e scopro che era esattamente quello il modo di imparare ciò di cui ero curioso; raccontato in una maniera semplice e con una genuinità che poche volte capita di trovare in giro.

Il protagonista di questo canale è Adrian Fartade, un ragazzo di poco più di 30 anni di origini rumene, trasferitosi in Italia intorno ai 15 anni per intraprendere un percorso di studi che lo ha portato a ottenere un diploma in informatica e una laurea in storia e filosofia focalizzando la sua attenzione in maniera particolare nelle scienze e nell’astronomia.

Questo mix lo ha spinto nel 2009 ad aprire il sito Link2Universe e, successivamente il canale YouTube Link4Universe: una stanza del suo mondo dove raccontare le più recenti (e anche non) scoperte in ambito astronomico e dello sviluppo del settore astronautico.

Ho iniziato a seguire i suoi video e le sue live, riguardando inoltre un gran numero di vecchi video postati precedentemente.

Passare del tempo in compagnia di Adrian e qualcosa di davvero piacevole, il suo modo di raccontare quello che abbiamo sopra la nostra testa è unico e coinvolgente e, soprattutto il suo linguaggio è adatto a tutte le età.

È stato davvero un piacere scoprirlo e vi consiglio di visitare il suo canale per scoprire il suo talento.

Potete trovare il suo canale YouTube cliccando qui.

Andrea Bentivegna – Black Geek (per gli appassionati di elettronica e del mondo Apple ma non solo)

Se fossi un pubblicitario, probabilmente avrei il claim adatto per questo canale: “Perché scegliere Aranzulla quando puoi seguire Black Geek” (non me ne voglia Salvatore).

Andrea è un ragazzo giovane, molto giovane ma, quando si parla di tecnologia, specialmente nel mondo Apple, è davvero un manico.

Anche il suo canale, come tutti quelli che ho iniziato a seguire nel corso degli anni su YouTube, l’ho scovato casualmente. Da quando molti anni fa lavoravo per Magnolia (TV) le mie giornate erano scandite dal mondo Windows. Avevo un PC fisso ereditato da un mio cugino, che utilizzavo specialmente per scaricare canzoni su Napster, iniziare a imparare la programmazione di siti internet e i primi programmi di grafica (seri). Un giorno mi abbandonò e così fui costretto ad acquistare un nuovo PC, un altro Windows, questa volta portatile. Tutto filò liscio fino a quando un giorno comprai il mio primo iPhone, il 4. Da quel momento mi appassionai in maniera quasi maniacale al mondo Apple. Dopo pochi mesi ho comprato un MacBook Pro e negli anni ho avuto quasi tutti i modelli di iPhone, mettendo da parte soldi e rivendendo i vecchi dispositivi sono sempre riuscito a cavarmela.

Poi ho scoperto il potenziale di YouTube e successivamente il canale Black Geek.

Andrea è davvero un ragazzo in gamba, curioso e con un background di tutto rispetto nell’ambito dell’elettronica. Sul suo canale si possono trovare, oltre a innumerevoli recensioni di prodotti dei quali spiega tutte le caratteristiche nei minimi particolari, anche guide su come effettuare operazioni più “nerd” sui dispositivi.

Se volete qualcuno che vi spieghi quali sono i pro e i contro prima dell’acquisto di un prodotto (specialmente Apple ma non solo) questo è il canale giusto per voi.

Potete trovare il suo canale YouTube cliccando qui.

Spavald92 (conoscere le moto non sarà più la stessa cosa)

A chi non è mai capitato di viaggiare facendolo attraverso gli occhi di una fotocamera attaccata a un’auto tramite le più famose mappe che noi tutti conosciamo? Eh, a chi? A chi?

Beh, a me capita spesso, probabilmente penso di essere stato a Chernobyl o nella Piazza Rossa di Mosca, ma anche sotto casa o tra le vie del Duomo di Milano, specialmente durante il lockdown.

Dopo aver visitato virtualmente tutte le vie del mondo ho scoperto che su YouTube esistono numerosissimi video di persone che di professione stanno sulla strada a girare video e raccontando le proprie esperienze.

Anche qui c’è da fare una premessa: chi mi conosce sa quanto il mondo delle ruote mi affascini, ho avuto per anni un bellissimo Booster Spirit MBK super elaborato, mi sono sempre piaciute le auto, ne ho possedute tre, sono fanatico di biciclette (nella mia cantina credo non si possano contare) e sono sempre stato attratto dal mondo delle due ruote.

Spavald92 è un canale che seguo da relativamente poco, ma credo di aver fatto scorpacciate di suoi video. Il protagonista è Lorenzo Colozzi, un giovane ragazzo romano. Nato circa 4 anni fa, il suo canale è incentrato sul mondo delle due ruote. I primi video raccontavano di viaggi e avventure in sella alla sua moto ma, in veramente poco tempo, Lorenzo è riuscito a creare qualcosa di più di semplici motovlog.

Ha ideato diverse serie raccontando da nord a sud lo stivale in sella alla sua moto e a moltissimi altri mezzi a due ruote creando una community davvero grande, ma non si è fermato solo a questo. Nell’ultimo periodo ha sviluppato dei motovolg in diretta su Twich e delle nuove serie legate al mondo dell’usato (A caccia di usato) e alla ristrutturazione di vecchi mezzi per rimetterli in vendita (Affari a due ruote) ricalcando in maniera molto genuina le varie trasmissioni in onda in televisione sui canali dedicati ai motori.

Se volete viaggiare in sella a una moto vi consiglio di dare un occhio al suo canale, ne vale davvero la pena.

Potete trovare il suo canale YouTube cliccando qui.

Daniele Doesen’t Matter (scommetto che questa è una delle 100 cose che ancora non sai)

Gli algoritmi di YouTube devono aver capito che sono un ragazzo curioso, spesso mi consigliano di guardare video su alieni, terrapiattisti e hacks su come fare qualsiasi cosa.

Un giorno questo algoritmo mi ha stupito consigliandomi il video per eccellenza: 100 cose che non sai. All’inizio ho pensato “sarà uno di quei video noiosi dove ti raccontano 100 cose che in realtà sai ma ti fanno sembrare stupido e ti dicono che non le sai…” tipo “Ecco come si stira una maglietta senza ferro da stiro!!!” facile, non la stiri, tze! Invece no: erano davvero 100 cose che non sapevo (forse 97 o 98).

L’ideatore di questi divertentissimi video è un ragazzo di nome Daniele Doesen’t Matter, al secolo Daniele Selvitella, classe ’87, un webdesigner laureato in Scienze del Design che ha iniziato a creare contenuti su YouTube nel 2009. Video molto particolari, incentrati sulla comicità, ma lasciando spazio anche a interessantissime serie come “100 cose che non sai”.

Oltre al suo canale YouTube ho iniziato a seguire Daniele anche sul suo canale Twich, dove, saltuariamente crea dirette streaming di gaming, una di quelle cose che non faccio ormai da anni, ma che comunque, sono davvero divertenti. Praticamente ho scoperto che guardare persone giocare ai videogiochi (specialmente se si tratta di giochi con una trama) è come guardare un film. Credo di aver visto (in differita) tutti i games ai quali ha giocato, e mi sono lasciato affascinare soprattutto da quelli horror. Vi giuro, è come stare su Netflix (nella categoria “horror”) in maniera divertente.

Daniele, oltre ad essere uno youtuber è anche uno speaker radiofonico e, nel corso degli anni ha scritto due libri Come diventare famosi stando comodamente seduti in poltrona e E buonanotte. Storia del ragazzo senza sonno che non ho ancora letto ma sarei curioso di farlo. Oltre a questo, poco tempo fa si è cimentato nell’imparare a programmare un videogioco partendo da zero. Un lavoro davvero estremo che potrete testare, scaricando la versione di prova, sui suoi canali oppure qui.

Potrete trovare il suo canale YouTube cliccando qui.

The Crypto Gateway (consigli per investire in criptovalute)

Ho scoperto le criptovalute moltissimi anni fa, dopo aver fatto conoscenza con uno dei musicisti di una cantautrice che mi aveva chiamato a suonare con lei in un suo brano. Era il 2014, non c’era ancora stato il primo all time high di Bitcoin e il valore di una sola moneta si attestava intorno ai 250€. Ricordo che ai tempi si conosceva davvero poco di questo mondo e il suo potenziale non era ancora molto capito. A distanza di diversi anni ho cercato informazioni e mi sono “istruito” fino a quando, qualche mese fa, ho deciso di investire una piccola somma di denaro in queste monete digitali. Devo dire la verità, non sapevo da dove partire e, semplicemente, ho cercato ispirazione su YouTube.

Cerca che cerca, che cerca, mi sono imbattuto nel canale The Crypto Gateway di Luca Boiardi, un ragazzo molto simpatico che ha la peculiarità di raccontare questo mondo in maniera molto coinvolgente.

Grazie ai suoi video ho mosso i primi passi nell’investimento sulle criptovalute e mi sono appassionato molto all’analisi dei grafici.

Oltre a una serie infinita di video dove Luca analizza e racconta di Bitcoin e Alt Coin, spesso è possibile trovarlo in diretta sul suo canale Twich (poi in differita su YouTube) dove, in circa un’ora di trasmissione, lascia spazio anche a domande dei suoi followers, anche quelli meno esperti.

Secondo il mio modesto parere seguire il canale The Crypto Gateway è un ottimo passo per imparare e scoprire veramente il significato di questo mondo, conoscerne i movimenti e migliorare nelle analisi per iniziare a investire.

Potete trovare il suo canale YouTube cliccando qui.

Questi sono solo alcuni dei canali YouTube che seguo, ma ce ne sono altri davvero interessanti di cui più avanti mi piacerebbe raccontarvi.

Se siete curiosi come me, avete dei consigli oppure volete segnalarmi i vostri canali, scrivetemelo nei messaggi.

Ah, dimenticavo: c’è sicuramente un altro canale al quale dovreste iscrivervi… lo trovate qui!

Ricorda di iscriverti alla newsletter e di seguire i miei canali social per essere sempre aggiornato su quello che faccio.

 

Post a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.